La relazione del COPASIR sulle minacce del 5G cinese

La relazione del COPASIR sulle minacce del 5G cinese

Il COPASIR (Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica), all’esito di un’indagine durata mesi, ha appena pubblicato un rapporto “sulle politiche e gli strumenti per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica, a tutela dei cittadini, delle istituzioni, delle infrastrutture critiche e delle imprese di interesse strategico nazionale”, che approfondisce soprattutto il tema del 5G e del rischio per la nostra sicurezza nazionale di utilizzare tecnologie provenienti dalla Cina (in particolare, si parla di Huawei e ZTE).

All’interno del documento il COPASIR specifica che: “Sulla base di tali elementi informativi, il Comitato non può pertanto che ritenere in gran parte fondate le preoccupazioni circa l’ingresso delle aziende cinesi nelle attività di installazione, configurazione e mantenimento delle infrastrutture delle reti 5G. Conseguentemente, oltre a ritenere necessario un innalzamento degli standard di sicurezza idonei per accedere alla implementazione di tali infrastrutture, rileva che si dovrebbe valutare anche l’ipotesi, ove necessario per tutelare la sicurezza nazionale, di escludere le predette aziende dalla attività di fornitura di tecnologia per le reti 5G”. Del resto, prosegue il rapporto: “il Comitato ritiene di sottolineare che le pur significative esigenze commerciali e di mercato, che assumono un ruolo fondamentale in una economia aperta, non possono prevalere su quelle che attengono alla sicurezza nazionale, ove queste siano messe in pericolo”.

Potete scaricare il testo completo del rapporto del COPASIR qui in basso, nella sezione "Download".

venerdì 20 dicembre 2019
social:

Sei iscritto alla members area? Fai il login, oppure iscriviti.










Misura antispam: Quanto fa più 4?